venerdì 7 novembre 2008

Prima e dopo la cura




Spesso durante la lavorazione di un fumetto si fanno delle modifiche anche sostanziali. In questi due casi vi mostro come a seguito di una modifica della sceneggiatura di Unità speciale 5 io e Lucilla abbiamo cambiato alcune vignette stravolgendo notevolmente il significato della sequenza.
Non da meno quella sulla tavola di apertura di Cornelio 4 che io e Marco Fara abbiamo ridisegnato interamente.

4 commenti:

-harlock- ha detto...

Ho finalmente letto il 5 di US.
E devo dire sinceramente che trovo che come fluidità della narrazione, pulizia dei disegni e di stampa, e addirittura come storia, sia il migliore uscito finora.
Complimenti al dinamico duo:)

Daniele Statella ha detto...

Grazie Matteo!
a Lucca non ci siamo visti ma ti abbraccio virtualmente qui ^__-

Michela Da Sacco ha detto...

Daniele,
complimenti per la presenza massiccia in edicola di questo mese. ^_^

Domanda:
facendo un confronto tra le tavole di Unità Speciale e quelle di Cornelio noto che in quest'ultime il tratto è più segnato e ci sono meno "spazi puliti", mentre su US molte vignette sono più leggere (sempre parlando di tratto).
E' dovuto alla differenza di inchiostratore, al fatto che una serie è più "notturna" o a che altro?
^^

Daniele Statella ha detto...

Ciao Michela, grazie per i complimenti, in effetti è un piccolo record...conto di fare il bis a marzo con il 6 di cornelio e il 10 di Unità speciale ^___-
Per le differenze stilistiche si tratta di una scelta che ho fatto a priori. Preferisco una linea chiara più pulita per Unità speciale perchè secondo me è più adatta al tipo di serie molto classica e realistica. Poi ovviamente vado incontro anche al gusto di Lucilla che mi inchiostra. Per Cornelio invece ho proprio scelto di rifarmi a disegnatori come Majo, bianchini o civitelli, autori che usano molti contrasti con tratteggi e parecchio noir e li ho indicati a Marco Fara per la china.